Filtra per Categoria

Showing 115 of 26 results

Filtro

Toile de Jouy grembiuli shabby chic

Toile de Jouy significa letteralmente “la Tela di Jouy”, ovvero il tessuto che nel 1760 fu prodotto nel piccolo paesino francese di Jouy-en-Josas vicino Versailles. Intorno al XVI secolo i mercanti europei iniziarono ad importare il chintz dall’India, un pregiato tessuto in cotone dai disegni fiorati che ebbe subito un grandissimo successo tra le classi più ricche che potevano permettersi di acquistarlo a cifre davvero alte. Da quel momento la Francia, per contrastare l’importazione, iniziò la produzione di questo tessuto oggi famosissimo e molto pregiato, e la città di Jouy-en-Josas divenne famosa per la sua produzione eccellente. Da allora infatti il tessuto venne chiamato anche solo semplicemente Toile, la tela.

Oggi come allora il Toile de Jouy è un tessuto su fondo bianco sul quale viene ripetuto un disegno monocromatico con scene di vita rurale, paesaggi bucolici e deliziose scene galanti. Il lino e il cotone inizialmente furono colorati in blu, rosso, grigio e verde. Poi pian piano si sono aggiunti il giallo, il magenta e il lilla.

La divisa pattern che non ti aspetti

Il connubio tra moda, interior design e divise è imprescindibile, sono sempre strettamente collegati tra loro. Infatti se nell’interior design siamo ormai abituate a vedere nei locali, o su svariate riviste, una poltrona rivestita con questa stampa, tendoni dai romantici tendaggi in Toile blu, o porcellane dipinte con questi temi, nel mondo dell’abbigliamento da lavoro il Toile de Jouy è una novità assoluta, che West Rose ha pensato e immaginato proprio in virtù del proprio animo romantico e sognatore… 

E infatti ho scovato per voi qualche chicca davvero originale per creare un “Toile de Jouy Wedding”!

Le scene bucoliche e le delicate allegorie del passato decorano con eleganza anche gli ambienti della cucina e della zona living, posandosi su cuscini, divani rococò, sedie Luigi XVI, porcellane e tovaglie.

Ma vediamo punto per punto come utilizzare questi splendidi pattern per la casa, la tavola, l’abbigliamento e, ovviamente, per un romantico ricevimento di nozze.

Il Toile de Jouy più conosciuto e utilizzato è sicuramente quello nei torni del blu, del rosso e dell’azzurro. Nei cottage e nelle villette inglesi infatti tendaggi, paure letto, baldacchini e divani rococò sono spesso contraddistinti da queste splendide stoffe e da bellissime carte da parato dove, ultimamente, sono comparsi anche pattern in lilla, senape e magenta.

Ma non solo, riesce ad ammorbidire gli ambienti un po’ freddi e minimal del design moderno (dove si predilige il Toile de Jouy giallo senape, quello grigio oppure quello magenta su fondo tortora), e a portare un tocco di romanticismo ed eleganza provenzale anche nel cuore della casa, ovvero in cucina.

Ma la vera novità come vi dicevo, è proprio nel mondo del lavoro

È un tema ancora poco usato ma sono certa che ci sono tantissime anime romantiche come noi che sognano di allestire un’ attività “Toile de Jouy ”. Non è semplice ma nemmeno impossibile e se proprio non volete creare un locale totalmente a tema, potrete semplicemente giocare con qualche adorabile dettaglio floreale e bucolico, scegliendo nastri in Toile de Jouy, fiori blu e azzurri e riprendendo i disegni di questi splendidi tessuti francesi su alcuni elementi fondamentali per definire il mood della vostra torteria, pasticceria o centro estetico!

Se siete spose romantiche ma che vogliono osare… cosa c’è di meglio di un meraviglioso grembiule da lavoro in Toile de Jouy? Potrete scegliere un modello vaporoso e scenografico come  il Janette o uno più dritto ed essenziale ma ugualmente chic. Se non volte esagerare, potrete utilizzare la Toile solo per il berretto,  o un canovaccio… un work dress in Toile de Jouy sarà un dettaglio fashion davvero elegante e inaspettato… insomma uno di quei dettagli di cui tutti parleranno a lungo.

Il pattern del Toile de Jouy potrà essere poi utilizzato per una Wedding Cake, per i biscotti, le minicake e vari dolci decorati della Confettata, per decorare zona aperitivo con cuscini e runner dai disegni pastorali ma anche dai Cake Designer!

Toile de Jouy dalla Regina Maria Antonietta alla torteria contemporanea

Prima di concludere questo excursus nella storia e nelle ispirazioni del Toile de Jouy, non posso non menzionare il grande successo che questa piccola fabbrica di tessuti ebbe in Francia, tanto da conquistare anche la Regina Maria Antonietta, che ordinava enormi quantità di Toile de Jouy per gli abiti “informali” che indossava durante le gite all’Hameau o per le tappezzerie dei propri appartamenti privati o del Petit Trianon.

Ma anche ai giorni nostri “le Toile” ha ispirato diversi stilisti tra cui Christian Lacroix, Jean Paul Gautier e Carolina Herrera. Sono comparsi infatti, su riviste di moda e famosi red carpet, abiti da cocktail, scarpe, clutch… con deliziosi disegni Toile de Jouy.

Oltre ai grandi stilisti, alcune firme dell’Interior Design come Pierre Frey, Jannelli & Volpi, Novoceram, hanno riprodotto invece il pattern francese su piastrelle, carta da parati, porcellane e tessuti d’arredamento. West Rose ha pensato anche agli abiti da lavoro con grembiuli, davantini e berretti creando una Capsule collection Toile de Jouy (che trovate all’interno di questa categoria) che vi farà davvero brillare gli occhi.

E tutto questo a riprova che il Toile De Jouy è tornato ad essere davvero protagonista nella moda, nell’arredo casa e nella decorazione di oggetti e suppellettili.

E da oggi, grazie ai consigli West Rose, spero potrà essere per voi anche una valida ispirazione per un look da alvoro glam, raffinato e romanticissimo.

Questo pregiato tessuto senza tempo, è diventato il simbolo di uno stile retrò ma soprattutto romantico, ideale quindi per chi ama lo stile shabby, il country inglese e le atmosfere vintage ma molto chic